Viaggiare da sole in sicurezza

Viaggiare da sole in sicurezza. Quando una donna decide di intraprendere un viaggio in solitaria, le persone attorno a lei rimangono stupite e disorientate. Vediamo insieme come affrontare queste ed altre situazioni. Dobbiamo viaggiare da sole per imparare cose nuove, per divertirci, metterci alla prova. 

Dobbiamo anche tornare a casa sane e salve!

[toc]

Dopo la pandemia i viaggi hanno ripreso il loro corso, sono ufficialmente tornati e il desiderio di viaggiare bussa alla porta delle nostre menti con un vigore più intenso rispetto ai periodi pre Covid.

Le donne costituiscono la maggior parte di coloro che desiderano esplorare il mondo ma questa volta vogliono farlo da sole o da sole in gruppo. Il volume di ricerche su internet per “viaggi da soli al femminile” è aumentato dell’ 80% solo nel 2021, secondo uno studio dell’ ISNART.  Tuttavia, c’è ancora qualcosa che trattiene le donne dal loro mettere in pratica le loro ricerche e i loro desideri.

Un sondaggio dell’agenzia di viaggi online TOURLANE ha rilevato che quasi la metà delle donne che hanno preso in considerazione di fare un viaggio da sole, non l’ha fatto a causa delle preoccupazioni per la loro sicurezza. Inoltre, lo stesso studio ha evidenziato come nell’aprile 2022, siano stati migliaia gli utenti di Twitter che si sono uniti per sostenere la 24enne Zainab Oladehinde. Questa donna aveva condiviso la sua angosciante storia di aggressione sessuale da parte di un inserviente di un hotel, mentre si godeva una vacanza in solitaria a Zanzibar nel 2021.

Quando si viaggia da sole, il buon senso è d’obbligo, sapere esattamente dove e come chiedere aiuto in caso di necessità è altrettanto cruciale, aver approfondito le caratteristiche della zona che si visita fondamentale. Purtroppo, per le donne, ci sono spesso da considerare ulteriori fattori che riguardano la sicurezza ma non possiamo lasciare che questo ci impedisca di vivere e goderci la vita.

Quindi, se sei già in modalità avventura 2022/2023, ecco tutto ciò che devi sapere per goderti il viaggiare da sola in sicurezza e senza paura. Sarai sicuramente in grado di farlo!

Viaggiare da sole
Viaggiare da sole in sicurezza, i migliori consigli
1. Studia e ricerca

La maggior parte dei tour operator, delle guide turistiche e dei travel blogger avrà di sicuro già approfondito le caratteristiche del luogo che hai intenzione di visitare. Quindi naviga sui loro siti internet o leggi i loro libri e suggerimenti. Ti consiglio anche la lettura di autori che nella storia hanno parlato di quel posto. Questo ti consentirà non solo di ottenere informazioni pratiche ma anche di capire con che tipo di cultura e valori dovrai confrontarti.

Personalmente, di solito effettuo anche una ricerca sulla condizione delle donne nel Paese di destinazione. E’ vero che il più delle volte, la turista viene vista e trattata in maniera differente. Tuttavia, capire la percezione che quel popolo ha delle donne in generale si è sempre rivelato proficuo al fine di farmi un’idea su ciò che mi aspetta.

Se viaggi da sola, assicurati di iniziare le tue ricerche almeno un mese prima. Quando leggi soffermati per esempio sulle notizie riguardo le aree poco tranquille alla sera e quelle che hanno la reputazione di essere pericolose.

Assicurati di conoscere il numero di emergenza e la situazione sanitaria del Paese (puoi trovare info sul sito Viaggiare Sicuri). Valuta i sistemi di trasporto pubblico, le carte di credito accettate e impara alcune frasi utili nella lingua locale.

2. Assicurazione Sanitaria

Stipula un’assicurazione sanitaria che copra tutto  il necessario come: spese mediche, rientro sanitario, furto e danneggiamento del bagaglio, annullamento del viaggio e copertura Covid19. Nei Paesi al di fuori dell’EU le spese mediche sono costosissime anche per una semplice visita, inoltre oggi molti Paesi richiedono come obbligatoria per l’ingresso la copertura assicurativa Covid19 che, solitamente è compresa in una buona assicurazione sanitaria. 

Riguardo la salute al di fuori dell’UE, ti consiglio, prima di partire, di effettuare una visita dal dentista e di iniziare ad assumere fermenti lattici almeno 15 giorni prima della partenza per scongiurare la diarrea del viaggiatore.

Inoltre, considera di portare con te un piccolo kit di pronto soccorso in aggiunta ai seguenti medicinali:
  • Antipiretico in caso di febbre o infezioni
  • Antistaminico (anche se non hai allergie)
  • Antibiotico a largo spettro
  • Crema cortisonica per punture o infezioni cutanee
  • Crema per contusioni, anche a base naturale come l’arnica
  • Repellente antizanzare comuni, tropicali e malaria
  • Crema solare
  • Melatonina per il sonno
  • Fermenti lattici
  • Antidiaroico
  • Antiemetico contro il vomito
  • Integratore di sali minerali
  • Il tuo medicinale per i dolori mestruali
 
A proposito di ciclo mestruale… come ben saprai, il nostro corpo risente dei cambiamenti, perciò non dimenticare gli assorbenti anche se durante il tuo viaggio non è previsto l’arrivo delle tue amiche 🙂
 
3. Prenota dei tour

Se è la tua prima volta, potresti prendere in considerazione la prenotazione di un tour in compagnia di altre persone. Incontrerai viaggiatori con cui potrai condividere la tua avventura, che ti scatteranno delle foto che magari è difficile fare da sola e con cui potrai condividere i pasti, tasto dolente per molti viaggiatori soli, anche uomini. In più, si avverte più sicurezza quando si viaggia con altre persone.

Se invece hai già viaggiato da sola, puoi anche prenotare un tour con una guida locale per conoscere meglio la zona e per parlare con una persona del posto.

Viaggiare da sole non significa che avere un po’ di compagnia sia sintomo di debolezza. Molte destinazioni offrono passeggiate o tour fotografici  in cui puoi esplorare le aree chiave della città e farti un’idea del luogo, attraverso i racconti autentici degli autoctoni. Durante il tour, chiedi alla guida consigli su aree sicure per poter socializzare o fare sport. La conoscenza locale può essere preziosa quando cerchi zone in cui stare al sicuro in una destinazione straniera.

4. Gli ostelli

Gli ostelli, in cui hai la possibilità di prenotare un posto letto in dormitorio femminile o misto, sono una buona soluzione per non sentirsi troppo sole, per fare amicizia, avere dei consigli e trovare persone con cui poter condividere alcune tappe del tuo viaggio. Di solito la sera, il management degli ostelli organizza anche delle serate divertenti in cui potrai rilassarti dopo una giornata estenuante di cammino e attività.  

Se condividerai un posto letto in dormitorio o la stanza di un alloggio con altre viaggiatrici, prendi il loro numero di telefono e lascia loro il tuo, in modo che possiate contattarvi a vicenda in caso di emergenza.

A proposito di contatti… Se hai lasciato qualcuno a casa o se hai una famiglia, considera che molto probabilmente saranno in ansia durante il tuo viaggio. Cerca di mantenere contatti regolari con il tuo Paese e prima di partire, lascia loro una copia del tuo itinerario e i num degli hotel in cui alloggi. Vedrai che tutti, compresa tu, sarete più tranquilli.

5. Bagaglio

Viaggiare da sole in sicurezza include spostarsi con facilità e agilità. Quando viaggi da sola, vuoi spostarti facilmente, immagino. Vuoi muoverti liberamente sui mezzi, sollevare  il tuo bagaglio con agilità, essere leggera per poter correre in caso di necessità.

L’indipendenza dal classico trolley con le rotelle, soprattutto quando si viaggia per molti giorni, è il modo più sicuro per spostarsi. Non dovrai rivolgerti continuamente ad altre persone per chiedere aiuto e non costringerai gli altri a proporsi di portarti la valigia. 

Tra l’altro, farai di sicuro dello shopping quando sarai lì, vorrai portarti a casa qualcosa che ti ricordi la magia che hai vissuto, i regali per le tue amiche. Alla partenza, ti serve perciò un bagaglio non troppo pieno.

6. Trasporti pubblici

In generale, i trasporti pubblici sono probabilmente il modo migliore e più economico per spostarsi, anche se io preferisco sempre prima familiarizzare con essi. Per esempio, li utilizzo solo nelle destinazioni in cui si ritiene siano abbastanza sicuri.

In alternativa, specialmente in Oriente, mi sposto con bus e treni turistici che generalmente assicurano un grado di attenzione più elevato ai turisti.

Evita di entrare in auto o taxi di estranei che non sono registrati dal governo o collegati a un’app di condivisione del viaggio. Quando prendo un taxi, scatto sempre una foto alla licenza del conducente e della vettura che si trova sul retro del sedile lato guida. 

7. Quando si esce

Viaggiare da sole in sicurezza significa prestare attenzione in ogni momento, anche in quelli dedicati al divertimento.Ogni volta che esci dal tuo alloggio in vista di un’escursione, un pasto, una spesa al supermercato o una serata di divertimento, porta sempre con te due cose:

  • copia cartacea e foto sul cel del tuo passaporto
  • l’indirizzo scritto del tuo albergo

Ciò è particolarmente importante nei Paesi in cui non si parlano le lingue da te conosciute e in quelli in cui non esiste l’alfabeto europeo. 

Invece, lascia a casa oggetti di valore come bracciali, anelli e orologi che potrebbero trasformarti in un potenziale target.

Questione Dress Code: sii a conoscenza di tutte le regole del posto da rispettare in ambito abbigliamento. Esistono delle culture in cui si da molta importanza a questa tematica, soprattutto se parliamo di donne. Molto probabilmente dovrai coprirti nei luoghi sacri perciò porta sempre con te un pareo, un foulard o una sciarpa.

Fai attenzione a come utilizzi le Dating Apps. Incontra chi devi incontrare in luoghi molto frequentati e scegli tu la location del vostro incontro. Cerca di tenere informato qualcuno, anche lo staff della reception va bene, su chi stai incontrando e dove stai andando.

Stay open with caution!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *